italiano english française español español

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 
Home
Chi siamo
Cosa offriamo
Perché preghiamo
Vangelo e vita

 






Vangelo a colazione
Pensieri del mattino della famiglia Castaldi (Saronno, Italia) riunita per pregare e crescere insieme.
Riflessioni offerte a tutti per innescare la preghiera nelle famiglie cristiane del mondo.

311 - Il mistero nascosto

01-Aug-2018 - XVII settimana del Tempo Ordinario – Mercoledì
Parola di Dio            
«Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra». Mt 13,44-46
Queste due parabole, del tesoro nascosto e della perla preziosa, mi fanno pensare a quando, da ragazzo, andavo nel bosco a cercar funghi con lo zio Santi. Il bosco, con i suoi infiniti nascondigli e con la vita che vi ferve nascosta, ha sempre suscitato in me un gioioso senso di mistero, ma il periodo più entusiasmante era quando andavo a cercare i funghi, verso la fine dell’estate. Ciò che mi stupiva di più era il fatto che i funghi velenosi e quelli meno pregiati emergessero ben visibili e
sorridenti dal terreno, mentre i prelibati porcini erano sempre coperti dagli arbusti del sottobosco, sotto le prime foglie cadute dell’autunno. Un giorno ne chiesi il motivo allo zio Santi, che di mestiere faceva il boscaiolo, ed egli mi rispose: «I funghi son come le persone, il meglio è sempre nascosto». La saggezza di quella risposta, unita al fascino dell’andar per funghi, mi ha sempre fatto accostare il mistero del bosco a quello della vita: tutto ciò che luccica ed è più appariscente, cela il nulla, mentre ciò che è vero e prezioso è sempre nascosto, come il tesoro e la perla del brano di oggi. Essi simboleggiano il Signore della vita, che è andato a incarnarsi nell’umanità di Gesù di Nazaret. Ma ricordano anche la gioia che scopriamo nel donare anziché nel ricevere, e il senso dell’esistenza che si cela nella povertà di spirito, anziché nella ricchezza; nel perdono invece che nella vendetta; nella mitezza piuttosto che nella potenza; nell’umiltà e non nella superbia; nel morire a noi stessi anziché nel successo. Per scoprire questi tesori è necessario vender tutto, occorre
rinunciare a ciò che siamo per essere altro. Occorre convertirsi.


 

Anna Maria Rossi e Pierluigi Castaldi
via Gaudenzio Ferrari, 29 - 21047 Saronno (VA) ITALY